La didattica per le elementari e le medie

  • ALLA SCOPERTA DEL BOSCO - Flora e fauna dell’ambiente boschivo -
Finalità: stimolare la scoperta, la conoscenza e l’avventura nell’ecosistema bosco, imparare a riconoscere i rumori ed i segnali degli esseri che lo popolano ed i delicati meccanismi che lo regolano per ritrovare un sano contatto con la natura e il suo mondo di relazioni.
Metodo: escursione con analisi della diversità di alberi e fiori, raccolta di campioni, osservazione dei colori e rilevamento dei suoni del bosco. Ricerca di elementi per il riconoscimento della fauna locale. Visita al museo con particolare attenzione alla sezione flora e territorio. Determinazione dei campioni raccolti, anche tramite l’archivio multimediale e guide su palmare, e osservazione delle caratteristiche morfologiche in laboratorio. Possibilità di completare il percorso con dei laboratori tematici su flora o fauna, concordabili in fase di prenotazione.
Periodo consigliato: tutto l’anno

  • NATURA ARTE E TRADIZIONE - I Pugnaloni: mosaici di fiori -
Finalità: enso di osservazione per far cogliere il profondo e comunitario legame tra rito, arte e natura, attraverso la varietà delle feste tradizionali legate alle piante; farne scoprire alcune, in particolare i “Pugnaloni”, quadri di fiori dove i petali vengono usati come tessere di un mosaico.
Metodo: escursione finalizzata alla scoperta del bosco e di alcune piante protagoniste di feste tradizionali; visita al museo con approfondimenti della sezione “il fiore e l’uomo” e della sua banca dati multimediale; realizzazione di un mini-pugnalone con foglie e fiori freschi.
Periodo consigliato: tutto l’anno

  • L’AFFASCINANTE MONDO DELLE API - Indagini nell’ecosistema prato -

Finalità: conoscere il mondo degli insetti, in particolare quello delle api, e scoprire l’importante ruolo che ricoprono per l’impollinazione, la produzione del miele e la vita e la complessità di un alveare e non solo.
Metodo: escursione con visita all’arnia didattica; raccolta di esemplari di insetti da osservare poi al binoculare, per conoscere la loro morfologia, in particolare dell’apparato boccale e della correlata alimentazione, floreale e non; giochi di ruolo e multimediali sull’impollinazione e sul sistema di comunicazione delle colonie di api; visita al museo con approfondimento delle sezioni sul fiore e gli insetti.
Periodo consigliato: autunno e primavera

 

  • QUANDO NON C'ERA NIENTE DI GIA' PRONTO - Gli usi artigianali e domestici del bosco nella tradizione -

Finalità:riscoprire gli antichi gesti legati alla realizzazione di oggetti della vita di tutti i giorni da preparare attingendo alle risorse che offre la natura; recuperare elementi della tradizione per una manualità creativa e come riflessione per comportamenti sostenibili.
Metodo: escursione finalizzata alla realizzazione dei seguenti laboratori (a scelta): riconoscimento e raccolta delle piante utilizzate e preparazione di tinture dei tessuti e inchiostri; visita all’arnia didattica e conoscenza dei prodotti delle api e realizzazione di candele; visita al fontanile e raccolta dell’acqua per la preparazione del sapone con la cenere. Approfondimenti sugli usi artigianali e agricoli delle piante.
Periodo consigliato: tutto l’anno

 

  • LE ERBE NEL PIATTO - Nutrirsi e curarsi con le piante della tradizione -

Finalità: far avvicinare ad un uso corretto, consapevole e sostenibile della natura e riscoprire il valore delle risorse naturali e dei saperi tradizionali attraverso la conoscenza dei principi officinali di alcune piante locali, degli usi culinari e curativi ed di alcune curiosità note nella tradizione orale locale.
Metodo:escursione e riconoscimento di alcune piante officinali ed alimentari con particolare a quelle legate alla tradizione locale; realizzazione di tisane e altri preparati (decotti, macerati, cataplasmi). Il calendario delle erbe: modalità di raccolta, conservazione e preparazione.
Periodo consigliato: tutto l’anno

 

  • I SEGRETI DEL BOSCO IN AUTUNNO - Strategie della Natura per prepararsi all’inverno

Finalità: osserva i colori e i frutti della natura in autunno per scoprire come le necessità di disperdersi e di nutrirsi per prepararsi a superare l’inverno si incontrino e si intreccino nella rete della vita, e di come ne sia coinvolto anche l’uomo.
Metodo:escursione a caccia delle tracce dell’autunno, dei suoi colori e dei suoi protagonisti, per conoscere i frutti che “vestono” il bosco, raccontando storie che li legano alla fauna locale. Approfondimenti su morfologia, proprietà e utilizzi dei frutti e sui legami tra piante e animali, uomo compreso. Visita guidata al museo, con giochi e laboratori didattico-creativi, relativi al riconoscimento delle specie floristiche e alla scoperta della fauna (abitudini alimentari e comportamentali).
Periodo consigliato: autunno 

 

  • LA QUERCIA CI PRESENTA IL BOSCO - Studio forestale dell'ecosistema bosco -

Finalità: conoscere l’ecosistema bosco e la varietà dei boschi a partire dalle varie specie di querce presenti nel territorio. Comprendere l’importanza che questi alberi hanno avuto ed tutt’oggi hanno nel sostentamento di numerose specie vegetali ed animali, uomo compreso.
Metodo: escursione finalizzata al riconoscimento botanico delle specie di querce e altri alberi, anche con chiavi di riconoscimento semplificate su palmare. Osservazione degli habitat dove si rinvengono le diverse specie e analisi di come l’uomo ne abbia favorito alcune e creato un mosaico paesaggistico eterogeneo. Raccolta di campioni e ricerca di tracce di animali rinvenibili su una quercia.
Periodo consigliato: tutto l’anno

 

  • FORME E COLORI DEI FIORI - Percorsi evolutivi, dalla magnolia all’orchidea -

Finalità: evidenziare, attraverso lo studio della morfologia e della funzione dei fiori, i percorsi coevolutivi tra fiori ed insetti impollinatori e le relazioni che legano gli esseri viventi, compreso l’uomo, nella rete della vita.
Metodo: escursione con osservazione delle forme e dei colori dei fiori; riconoscimento di piante ed insetti con guide multimediali e cartacee e materiali di laboratorio. Osservazione al microscopio dei campioni con particolare attenzione alla morfologia floreale e agli apparati boccali degli insetti. Approfondimenti sulle modalità di riproduzione e impollinazione delle piante, sulla morfologia e funzione dei fiori e dei frutti e sugli insetti pronubi. Giochi didattici sull’impollinazione. Visita al museo, in particolare alle sezioni sulla flora e sugli insetti.
Periodo consigliato: primavera

 

  • UNO ZOO INASPETTATO NEL BOSCO - Vertebrati e invertebrati nella Riserva e dintorni-

Finalità: approfondire la conoscenza degli animali che popolano i nostri boschi, dai mammiferi e uccelli fino agli anfibi e di alcuni invertebrati più comuni o più significativi, per aspetti di conservazione e qualità ambientale. Un viaggio alla scoperta del loro comportamento, delle abitudini alimentari e delle relazioni che legano le varie specie tra loro e con l’uomo.
Metodo: escursione alla ricerca delle tracce degli animali in diversi ambienti, campionamento con differenti metodi e determinazione dei reperti. Approfondimenti e laboratori scientifici sull’etologia delle specie, sulla morfologia, sulle necessità e relazioni ecologiche e sull’alimentazione. Visita al museo, in particolare alle sezioni sulla fauna vertebrata e invertebrata.
Periodo consigliato: tutto l’anno

 

  • DAL FIORE AL PAESAGGIO - Interpretazione multiscala dell’ambiente -

Finalità: stimolare ad un’osservazione più consapevole del paesaggio, acquisendo la capacità, partendo dalle piante più facilmente osservabili, di distinguere il complesso degli elementi naturali (rocce, suolo, acqua, umidità, microclima, geomorfologia, flora, fauna) da quelli antropici attraverso l’interpretazione dei “segni” dell’uomo e dei cambiamenti indotti. Invitare ad un atteggiamento più rispettoso nei confronti di tutti gli elementi, viventi e non, che compongono il paesaggio.
Metodo: analisi delle componenti del paesaggio e della sua evoluzione nel tempo, anche attraverso la ricerca di testimonianze orali ed iconografiche. Escursione per censire le tipologie di ambiente che compongono il paesaggio della Riserva; applicazione di un metodo di monitoraggio ambientale con raccolta di dati ed informazioni mediante l’utilizzo di strumenti tecnici e di materiale cartografico. Approfondimenti e laboratori creativi sulla soggettività della percezione del paesaggio.
Periodo consigliato: tutto l’anno




Per prenotare un'attività :
scrivere un e-mail coop.laperegina@gmail.com
oppure telefonare al numero GRATUITO digitando l'interno 3 (settore didattica) o alla Coop. L'Ape Regina allo 0763-730246
Per altre informazioni visita il sito www.laperegina.it
 

 

 


 
 
Document Actions